SERIE C FEMMINILE

Tecnoprotezione Faenza 2 – Antincendi Ferrara 3 (25-14; 17-25; 25-21; 20-25; 13-15)

FAENZA: Goni 13, Betti 6, Bertoni 4, Solaroli 11, Zama 1 , Spada 8, Tortolani 1, Baldani 8, Scardovi 13, Guardigli n.e, Seganti (L), Melandri 4, Zani  n.e. D’Agostini (L) n.e. All.: Casadei

Impegno casalingo per la Tecnoprotezione contro Ferra. Le faentine partono molto bene sfruttando adeguatamente le incertezze delle avversarie e con una ricezione precisa permettono a Melandri di far giocare tutti gli attaccanti che non lasciano al Ferrara la possibilità di reagire: il set finisce 25-14

Nel secondo parziale Ferrara prende il ritmo e inizia a creare problemi specialmente con giocate morbide e pallonetti e con le sue bande che raramente vengono fermate a muro o in difesa. Faenza cerca di reagire, ma commette errori, e così Ferrara si aggiudica il set 25-17

Il terzo parziale è molto più combattuto. La Tecnoprotezione riesce a prendere un buon vantaggio e a mantenerlo nonostante Ferrara reagisca molto bene con una buona difesa e un gioco d’attacco fatto di esperienza e manualità. Le faentine vincono 25-21

Si cambia campo e si cambia anche atteggiamento ricadendo nelle difficoltà del secondo set. Qualche errore di troppo, qualche giocata non venuta fanno perdere sicurezze e la paura di non farcela fa breccia nella squadra.Ferrara ne approfitta e si aggiudica il set 25-20

Nuovamente si gioca il tie break. Ferrara è alle stelle, Faenza è avvilito. Ancora una volta si parte male e al cambio campo siamo sotto nettamente. Ma poi qualcosa succede e la Tecnoprotezione lentamente recupera certezze restando in partita fino alla fine anche facendo delle belle giocate. Purtroppo ancora una volta tutto questo sforzo non basta e Ferrara si aggiudica la partita 15-13

 “Sono amareggiato perché avevamo la possibilità di portarci a casa la partita e non ce l’abbiamo fatta – sottolinea coach Roberto Casadei -. Avevo chiesto alle ragazze di essere più concentrate per partire bene e hanno giocato un primo set di alto livello. Poi però basta un errore o non riuscire a fare un punto che le nostre paure ci bloccano e diventiamo preda dell’avversario. La testa non è più lucida per fare le stesse cose di prima o non crediamo più di poter prendere certi palloni. Così rimettiamo in partita chi invece dovremmo stroncare definitivamente. Prendiamo di buono quel punto che abbiamo guadagnato: rimbocchiamoci le maniche e continuiamo a lavorare”

Nel prossimo turno la Tecnoprotezione farà visita al Massavolley, partita in calendario sabato 26 febbraio alle 17.30.

Classifica (tra parentesi le gare disputate): Castenaso (11) 30; Progresso Bologna (10) 28; Russi (12) 22; Argelato (10) 21; Massa Lombarda (10) 17; Ferrara (11) 14 Tecnoprotezione Faenza (11) 13; Pontevecchio Bo (11) 12; Budrio (11) 9; Villanova (12) 8; Liverani Involley (11) 6.

SERIE D MASCHILE

Conad Atlas San Zaccaria 3 – Stampamondo Faenza 0 (25-16 25-16 25-17)

FAENZA: Alpi, Righini 6, Lassi ne, Laghi 2, Orlandi 1, Zama 1, Balducci 2, Moschini 3, Cicognani 5, Tomei, Dalmonte L. All.: Raggi

La Stampamondo non può nulla contro la capolista Atlas San Zaccaria, prima in classifica a punteggio pieno. La squadra di coach Raggi prova a farsi valere, ma viene bloccata dalla grande esperienza degli avversari. Nonostante tutto però i faentini non hanno mai mollato, mostrando anche buone giocate.

Nel prossimo la StampaMondo ospiterà l’Argenta Volley, gara in programma giovedì 24 febbraio alle 21 alla palestra Strocchi.

Classifica (tra parentesi le gare disputate): Atlas San Zaccaria (11) 33; Forlì Volley (11) 26; Facile Volley Forlì (11) 23; Savena Pallavolo (12) 22; Pallavolo Budrio (10) 21; Foris Index Involley (11) 15; Pietro Pezzi Ravenna (10) 14; Orbite Volley Ravenna (12) 11; Argenta Volley (11) 7; Stampamondo Faenza (10) 6; Pediatrica Bologna (11) 2.