SERIE C FEMMINILE

Tecnoprotezione Faenza 0 – Castenaso 3 (25-27; 23-25; 23-25)

FAENZA:Goni 8, Betti , Bertoni 15, Solaroli (L), Zama 1 , Spada 6, Tortolani 1, Scardovi 1, Guardigli 7, Melandri , Zani 3. D’Agostino n.e, Ronchi (L). All.: Casadei

“Oggi sono molto, molto contento –afferma coach Casadei alla fine della gara -. Abbiamo perso 3-0 e non abbiamo preso punti, ma abbiamo giocato alla pari con la prima della classe. Inoltre eravamo rimaneggiati e nonostante ciò, per un soffio non abbiamo vinto i set, come dicono i punteggi. Faccio i complimenti a tutte le mie ragazze per come hanno interpretato una partita difficile contro una squadra esperta e con pochi punti deboli. Questo spirito combattivo ci aiuterà ad ottenere risultati nelle partite che mancano. Ne sono sicuro”.

La partita inizia con una Tecnoprotezione che deve fare a meno del libero Seganti, sostituita da Solaroli, e della centrale Baldani. Faenza non si fa impressionare dalle avversarie e parte bene, ma grazie all’esperienza Castenaso si porta subito avanti. Poi qualche errore di troppo e la determinazione delle faentine riportano la partita in parità. Si procede punto a punto fino alla fine dove Faenza spreca un set ball sul 24-23. Castenaso non si fa pregare e chiude i conti sul 27-25

Il secondo parziale vede le bolognesi prendere il largo in avvio di set, ma pian piano la Tecnoprotezione, appoggiandosi a Bertoni (in grande spolvero in questo incontro) si riporta sotto e riaggancia le avversarie costringendole a sfruttare tutta la loro abilità tecnica per ottenere quei punti che consentono loro di chiudere anche il secondo parziale sul 25-23.

Il terzo set è praticamente la fotocopia del precedente. Castenaso prende un lieve vantaggio Faenza insegue non consentendo alle avversarie di piazzare un break definitivo. È Zani, entrata al posto di Goni sul finire della frazione, con tre ace a riportare il match in parità. Ma ancora una volta l’esperienza di Castenaso emerge nei momenti difficile e le permette di risolvere situazioni complesse e di aggiudicarsi il 25-23, chiudendo il match.

La Tecnoprotezione scenderà in campo nel prossimo turno sabato alle 20 in casa del Pontevecchio Bologna.

Classifica (tra parentesi le gare disputate): Castenaso (14) 38; Progresso Bologna (13) 35; Russi (15) 28; Massa Lombarda (13) 23; Argelato (12) 21; Ferrara (13) 17; Budrio (15) 16; Pontevecchio Bo (14) e Tecnoprotezione Faenza (13) 15; Liverani Involley (14) 9; Villanova (14) 8.

SERIE D MASCHILE

Stampamondo Faenza 3 – Pallavolo Budrio 1 (25-18; 25-19; 13-25; 25-23)

FAENZA: Alpi 8, Righini 12, Laghi 8, Zama 7, Balducci, Moschini 16, Rossi F. 11, Cicognani 4, Zannoni S. 1, Cani ne, Zannoni F. ne, Dalmonte (L). All.: Raggi

Bellissima prestazione della Stampamondo che riesce a conquistare tre punti importanti contro una squadra di buon livello come Budrio.

Nei primi due set i ragazzi di Raggi riescono a mettere in campo un buon gioco, riuscendo ad essere sempre incisivi grazie ad una buona ricezione e al contrattacco. Nel terzo periodo invece un calo di tensione e la voglia di rimonta degli emiliani portano le squadre al quarto set che si dimostra fin da subito difficile.

Le squadre avanzano punto a punto fino al vantaggio dei faentini nella parte finale, dove la tensione la fa da padrona (espulso un giocatore di Budrio). La Stampamondo è però brava e lucida nel rimanere concentrata e a conquistare l’intera posta,

La Stampamondo scenderà in campo due volte in questa settimana contro la Pietro Pezzi Ravenna: mercoledì alle 21 in casa alla palestra Strocchi e venerdì alle 21.20 a Ravenna.

Classifica (tra parentesi le gare disputate): Atlas San Zaccaria (12) 36; Forlì Volley (14) e Facile Volley Forlì (14) 32; Savena Pallavolo (15) 31; Pallavolo Budrio (14) 26; Foris Index Involley (15) 18; Pietro Pezzi Ravenna (12) 17; Stampamondo Faenza (13) 12; Orbite Volley Ravenna (14) 11; Argenta Volley (14) 8; Pediatrica Bologna (13) 2.