SERIE D MASCHILE

Pediatrica Bologna 1 – Stampamondo 3 (30-32; 20-25; 25-17; 21-25)

FAENZA: Alpi 5, Righini 14, Laghi 9, Zama 2, Orlandi, Moschini 9

Rossi F. 17, Zannoni S. 1, Balducci, Serafini ne, Zannoni F. ne, Dalmonte L. All.: Raggi

La Stampamondo vince in casa della Pediatrica Bologna e conquista la salvezza matematica. Partita iniziata bene dai faentini, rimontanti poi dai padroni di casa che portano il set ai vantaggi, vinto comunque 32-30 dagli uomini di coach Raggi. Il secondo set vede gli ospiti mantenere alta la concentrazione, nonostante gli avversari lottino fino all’ultimo. Nel terzo set i ragazzi di casa tentano il tutto per tutto e riescono a portare a casa il set a discapito di Faenza che cala l’attenzione.

Quarto set difficile in entrambi i campi, ma i faentini sono in grado di rimediare agli errori commessi e a portare a casa 3 punti importantissimi.

Stampamondo Faenza 2 – Facile Volley Forlì 3 (26-24; 18-25; 19-25; 27-25; 8-15)

FAENZA: Alpi 5, Righini 12, Laghi 6, Zama 1, Orlandi, Moschini 14, Rossi F. 20, Zannoni S. 1, Balducci 3, Serafini ne, Zannoni F. ne, Dalmonte (L). All.: Raggi

Ottima prestazione per la Stampamondo, caduta 2-3 contro il Facile Volley Forlì nel recupero della tredicesima giornata.

I ragazzi di Raggi partono bene tenendo testa alla tenace squadra di Forlì (terza in classifica), vincendo il primo set 26-24. Gli ospiti rialzano subito la testa e vincono le due frazioni successive (25-18 e 25-19) poi a reagire è Faenza vincendo il quarto set (27-25), impattando il match

Tutto si decide al tie-break dove il Facile Volley prende subito il largo vincendo 15-8, risultato che non cancella la grande serata della Stampamondo.

La Stampamondo ritornerà in campo sabato 23 aprile alle 18 in casa dell’Orbite Ravenna, recupero della quattordicesima giornata di ritorno.

Classifica (tra parentesi le disputate): Atlas San Zaccaria (18) 53; Forlì Volley (18) 41; Facile Volley Forlì (18) 40; Savena Pallavolo (18) 34; Pallavolo Budrio (18) 30; Pietro Pezzi Ravenna (18) 26; Foris Index Involley (18) e Stampamondo Faenza (18) 22; Orbite Volley Ravenna (18) 14; Argenta Volley (18) 10; Pediatrica Bologna (18) 5.

SERIE C FEMMINILE

Tecnoprotezione 3 – Budrio 2 (17-25; 22-25; 25-18; 25-21; 15-11)

FAENZA: Goni 11, Baldani 11 Seganti (L1), Solaroli 14, Guardigli, Scardovi 2, Betti 20, Zani ne, Spada 15, Melandri, Zama 6, Ronchi A (L2) ne, Aguech ne. All.: Casadei

Ennesimo recupero a cui la Tecnoprotezione si presenta largamente rimaneggiata per l’assenza di Bertoni, Tortolani e D’Agostino e con Zama che giunge all’incontro a partita iniziata causa motivi di lavoro.

Faenza parte contratta e inizia molto male. Troppi gli errori in battuta e su palloni facili che consentono a Budrio di prendere il largo senza fare nessuna fatica. La Tecnoprotezione sembra incapace di trovare un rimedio allo stato di confusione che regna in campo e così le ospiti vincono il set 25-17 mettendo in mostra la solita grande difesa.

Il secondo set va leggermente meglio, ma ancora Faenza non riesce a scuotersi di dosso l’impaccio e la brutta partenza e Budrio ne approfitta per portarsi 2-0 e guadagnare un punto in classifica.

Nel terzo set Faenza si scuote. Sono le sue giovani schiacciatrici a riportarla in partita. Betti in serata da incorniciare incomincia a martellare la difesa di Budrio che non riesce a intercettare il pallone neanche una volta. Dall’altro lato ci pensa Solaroli a tenere sotto pressione la difesa di Budrio che cede di brutto e  Faenza si aggiudica il set 25-18.

Nel quarto periodo le faentine rinfrancate nel morale e ritrovato il giusto ritmo di gioco proseguono sulla scia del precedente set. La ritrovata la ricezione con Goni e Seganti e i muri con Baldani e Spada consentono a Zama di orchestrare al meglio l’attacco che ruota sempre attorno a Betti e Solaroli che continuano e fare punti. A nulla può Budrio che pian piano si perde e Faenza vince 25-21.

Si va all’ennesimo tie-break, molto combattuto e giocato punto a punto. Gli scambi sono prolungati causa difese esasperate perché nessuna delle due squadre vuole mollare. Sono due attacchi vincenti di Goni a fare il break che consente a Faenza di prendere un po’ di vantaggio e alcuni muri punto che abbattono le ultime speranze del Budrio di vincere. La Tecnoprotezione vince 15-11 conquistando due preziosi punti.

“Noi siamo così – dice coach Roberto Casadei al termine del match – e devo dire purtroppo… Un momento siamo molto brutte e un momento dopo molto belle. I primi due set forse bloccati dalla paura sono da dimenticare, ma gli altri 3 sono stati veramente positivi. Faccio i complimenti alle mie ragazze per aver tenuto duro fino alla fine e per averci creduto nonostante un inizio così difficoltoso. Segno di grande cuore e di carattere”.

La Tecnoprotezione ritornerà in campo questa sera alle 20.30 in casa della Pontevecchio Bologna, recupero della ventunesima giornata.

Classifica (tra parentesi le gare disputate): Progresso Bologna (18) e Castenaso (18) 49; Russi (18) 37; Massa Lombarda (18) 34; Argelato (18) 32; Ferrara (19) e Budrio (18) 20; Tecnoprotezione Faenza (16) 17; Pontevecchio Bo (17) 15; Liverani Involley (18) 13; Villanova (18) 8.